Nuove Tendenze: Il Grocerant. Un po’ Grocery un po’ Restaurant

image65

Ottimizzazione dei tempi, qualità dell’alimentazione e risparmio: questi sono gli elementi portanti del Grocerant.

Il Grocerant è un format particolarmente in crescita in questo momento nei paesi anglosassoni che consiste nel connubio tra un Grocery store e il Restaurant. Quindi un classico supermercato alimentarista o specialista no food che ospita al suo interno soluzioni di consumo Food specialistiche ritenute dal consumatore di qualità.

Il Grocerant risulta particolarmente apprezzato soprattutto dal tatrget più giovane della popolazione. I millennials si rivolgono con molto interesse a strutture di questo tipo e questo ha fatto si che molte catene abbiano investito sul Grocerant nel  tentativo di intercettare le nuove leve di consumatori.

Whole Foods 365

whole-foods-silver-lake

Il nuovo concept di Whole Foods, detto 365, è un perfetto esempio di questa tendenza. La totalità del negozio è dedicata al Food, con buffet di cibo fresco e una varietà impressionante di ristoranti in-store.

La strategia Grocerant applicata da Whole Foods in 365 sembra funzionare, a detta di chi ha avuto modo di osservare i numeri.

Ristoranti di qualità, cibo fresco, menu suggeriti da chef stellati e shopping experience immersa nel mondo Food e corredata da informazioni e approfondimenti hanno reso questo format particolarmente interessante a giovani coppie e giovanissimi.

Le vendite di take-away e di cibo consumato internamente al negozio sono cresciute di quasi il 30%.

Il rinnovo del format è tuttavia accompagnato anche da una maggiore competitività della proposta commerciale, che tenta di reagire alla cresciuta competitività registrata sul format medio piccolo dalle catene Aldi e Trader Joe’s.

Ma soprattutto con un cambio di format Whole Foods da una risposta a quel limite ormai evidente della sua mission commerciale. Da sempre infatti Whole Foods si è distinta per i cibi freschi, e quindi quotidianità d’acquisto e alta frequenza. Lo ha però fatto con un format molto ampio e dispersivo, caratterizzato da tempi d’acquisto molto lunghi che mal si sposano con l’alta frequenza. Ecco che il nuovo format consente a Whole Foods di destinare parte degli spazi in eccesso a ristorati di qualità, legati al benessere, integrandoli nella propria piastra di vendita. Al tempo stesso riesce a mandare al consumatore un messaggio forte in termini di specializzazione alimentare e di attenzione alle tematiche salutistiche, trovando peraltro dei partner flessibili e preparati.

John Lewis e Rossopomodoro

Rossopomodoro-John-Lewis-600x507

Altro esempio di successo è il Retailer inglese John Lewis, specialista No Food presente in tutto il territorio Uk, che da un anno ha iniziato ad aprire all’interno dei suoi punti vendita dei ristoranti Rossopomodoro.

Con questa mossa anche John Lewis intende ringiovanire la sua clientela e avvicinarsi ai Millennials con un prodotto di largo consumo, ma pur sempre percepito come sinonimo di alimentazione sana.

rossopomodoro-newcastle-L-5dYfm2

Carrefour e Terre D’Italia

terre d'italia

Anche in Italia iniziano a svilupparsi le prime proposte concrete. Una su tutte quella di Carrefour che a Carugate ha aperto un ristorante targato Terre D’Italia, la private label utilizzata per racchiudere tutti i regionalismi in assortimento.

Anche questa operazione è volta a cambiare la shopping Experience e migliorare la qualità del tempo speso all’interno di un classico punto vendita.

terre d'italia 2

Sembra dunque che sia giunto anche in Italia il tempo dei Grocerant, e di una maggiore vivibilità dei negozi rispetto a quelli che abbiamo sempre conosciuto.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...