Drone delivery, si complicano i piani di Amazon

Se n’è parlato tanto. Di come a breve avremmo ricevuto la spesa a casa consegnata da un facchino volante automatizzato, un drone appunto. Amazon, Google e Ups avevano subito fiutato l’affare lanciandosi nello sviluppo dei mezzi e ipotizzando modalità di funzionamento e piano commerciale.

L’idea di fondo sta nel consegnare in tempi rapidi, anche entro una mezz’ora, dei pacchi di ridotte dimensioni. Ma soprattutto farlo con costi ridottissimi rispetto ad una classica consegna a casa con mezzo Diesel. Infatti il drone viene alimentato a corrente elettrica, con un notevole risparmio: 1 dollaro a miglio per la consegna classica, 3 centesimi a miglio per la consegna con drone. Immaginiamo che la mente di Jeff Bezos abbia immediatamente fatto una proporzione sui sui suoi bilanci e si sia quindi fatto ingolosire.

In realtà arriva poi la doccia fredda della Federal Aviation Agency, pronta a regolamentare la nuova modalità di consegna che, in effetti rischiava di diventare eccessivamente affollata e pericolosa. I drone infatti volano ad una distanza da terra relativamente bassa, carichi di un peso complessivo, tra pacco e drone, che supera i due kili. I piani di Amazon e Google inoltre puntavano in prima battuta alle grandi città, con un’inevitabile rischio collisioni tra i mezzi dei vari operatori.

Ecco quindi che la FAA ha da subito stabilito alcune regole. Tra le tante, il drone deve sempre viaggiare a vista del pilota. Questo mette un freno enorme alla consegna con drone, dato che rende quasi impossibile consegnare tra i palazzi delle città. Inoltre limita di tanto il raggio d’azione. Qualora le regole restino queste nessuno avrà più il coraggio di investire sul drone. E anche qualora la FAA sia disposta a trattare su alcuni regolamenti occorrerà comunque trovare delle soluzioni ai reali problemi di sicurezza e sovraffollamento.

Intanto dall’altra parte del pianeta Alibaba è già partita con la consegna al consumatore. Nelle città di Shangai e Pechino infatti consegna pacchi non superiori ai 350 grammi.

Paese che vai..

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...