I 3 motivi per cui il QR CODE manderà in pensione il BARCODE

IMG_0104
Non è lontano il ricordo di quando i commessi dei supermercati prezzavano ogni scatola in vendita con una apposita macchinetta. La piccola etichetta conteneva appena indicazione del prezzo (all’ora ancora in lire), che la cassiera (o molto spesso direttamente il gestore del negozio) avrebbe poi battuto a mano in cassa. Rischio elevato e costo del lavoro pure.
Con la rivoluzione della GDO e l’avvento di catene organizzate e tecnologicamente più avanzate iniziò a diffondersi il Barcode, il codice identificativo che consente al pos di leggere un’informazione univoca che lo collega ad un solo prodotto. Da qui la possibilità di essere passato in cassa come tutti sappiamo o riordinato con la pistola laser.
Ma ora i tempi sono pronti per un altro cambiamento, ad opera del QR CODE. Già da tempo lo si vede su riviste, musei o anche sui prodotti, ma l’uso che si fa è più legato al privato che con il suo smartphone va a risalire alle informazioni che stanno dietro. Le potenzialità sono però infinitamente maggiori. C’è chi quindi ipotizza che tra qualche anno anche allo scanner in cassa non passeremo più un classico Barcode ma il piú moderno QR CODE.
Proviamo quindi a schematizzare brevemente i 3 principali motivi del perché ciò possa avvenire:
– Quantità di informazioni trasferibili. Il Barcode è un codice bidimensionale, mentre il QR CODE è tridimensionale. Questo gli consente di trasmettere una quantità di informazioni centinaia di volte maggiori rispetto al Barcode. Potremmo ipotizzare che la confezione si porti in se tutte le caratteristiche tecniche logistiche, commerciali e anche fisiche di prodotto. Quindi non più solo prezzo ma anche informazioni destinate agli altri operatori del flusso merce o al cliente finale.
– Maggiore leggibilità. Può essere letto a 360 gradi e l’algoritmo che sta dietro la sua generazione consente una lettura anche quando l’etichetta è parzialmente rovinata, o piegata. Questo eviterà quei problemi in cassa, tipici soprattutto del deperibile, in cui la cassiera è costretta a battere a mano il codice.
– Accessibilità del consumatore. È uno strumento universale, leggibile già oggi da tante app con un semplice smartphone. Quindi il consumatore stesso potrà ottenere tante informazioni durante la sua shopping journey, relative all’origine, alle caratteristiche tecniche e.. aimé al prezzo dei competitor.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...