Emmas Enkel, la svolta multicanale del negozio di prossimità

2015/01/img_0089.jpg
Arriva ancora una volta dalla Germania una proposta di store format molto interessante, che parte dall’ambizioso presupposto di accomunare tutte le tipologie di consumatore, quello giovane e tecnologico, così come quello più tradizionale e legato alla relazione.
Non solo. I giovani fondatori di questa start up di Düsseldorf hanno deciso di portare avanti il loro business passando dalla tradizionale superette di vicinato da 100 mq, facendone un’incarnazione della multicanalità moderna.
Andiamo con ordine, innanzitutto il nome. Emmas Enkel tradotto in Italiano significa ‘il nipotino di Emma’.
È quindi una proposta commerciale che strizza l’occhio al target più adulto, oramai predominante in tutti i paesi europei, dando quindi un peso importante alla relazione e all’ambiente in cui l’offerta si esprime.
Al tempo stesso si basa però sull’utilizzo delle più moderne tecnologie di vendita border line tra ecommerce e negozio fisico: click and collect, home delivery, qr code order wall.
Si può infatti procedere all’acquisto in 4 modi:
– classica lista della spesa (pre formattata) consegnata a mano all’addetto di cassa. Come una volta si faceva anche qui in Italia dal Salumiere di vicinato. L’ordine viene passato in magazzino e preparato. Solo pochi articoli deperibili sono infatti presenti in area vendita, tutto il resto (circa 2000 articoli di tutte le merceologie) sta in una riserva poco distante. Nel frattempo il cliente può gustarsi un caffè, o navigare in internet nell’area caffetteria.
– ordine tramite qr code, proiettati su un muro. Anche in questo caso l’ordine è preparato in magazzino e consegnato in cassa poco dopo.
– ordine piazzato online con ritiro su punto vendita. Il classico click & collect.
– infine home delivery, quindi ordine effettuato online e consegnato direttamente a casa.
Quindi si tratta di un ambiente molto familiare, che richiama l’infanzia.. A quando la nonna (Emma) ci portava a fare la spesa e tutti parlavano tra loro. La zona caffetteria wireless consente di ampliare il servizio, creando un pretesto in più per avvicinare lo shopper.
Il fatto di non gestire fisicamente la merce in area vendita ha sicuramente uno svantaggio: il costo del personale è ovviamente maggiore.
Detto questo ha però enormi lati positivi. L’area vendita, che deve avere una location centrale e ad alto traffico (quindi anche molto cara) può permettersi di essere molto piccola, rinviando invece lo spazio per lo stock ad un locale meno nobile, come ad esempio uno scantinato o un magazzino nel vicolo laterale, quindi un costo per affitti con un’incidenza inferiore a parità di centralità. Inoltre questa impostazione alleggerisce le implicazioni vincolanti in termini di licenze commerciali in quanto sappiamo che anche in Italia deve essere automatico il rilascio della licenza quando la piastra di vendita non supera i 200 mq. Anche tutte le altre autorizzazioni sono molto più agevoli da ottenere e seguire.
Questo fa di questo Emmas Enkel un format molto adatto proprio al mercato Italiano, che più di tutti in Europa è ancora caratterizzato da un sistema di concessione delle licenze abbastanza rigido e lungo.
Emmas Enkel traccia quindi delle linee che potrebbero risultare interessanti a tutto il libero servizio, format in difficoltà ormai da tanti anni e apparentemente incapace di aggiornarsi e offrire un’immagine nuova e attraente anche alle nuove generazioni, quindi ostaggio della vecchia base clienti.

2015/01/img_0093-1.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...